Il fascino della bellezza e della storia.

Italian Ospitality Collection è un marchio che unisce Hotel, resort e spa in Italia. Il nome è in inglese, per essere capito in tutto il mondo, ma i nomi degli hotel sono in italiano, legati a filo doppio al territorio che li ospita.
Uno è in Sardegna: Chia Laguna. Chia è una costa di una bellezza struggente, una collana di spiagge che si susseguono, con la sabbia dorata, il mare che passa dal verde all’azzurro, trasparente come un cristallo, con piccoli pesci color argento che brillano nuotando nell’acqua bassa. Poi ci sono le dune, coperte di giunchi ed erbe aromatiche. Ci sono le piccole lagune salate dietro le spiagge, i promontori di granito coperti dalla macchia mediterranea. Chi arriva pensa che Chia non potrebbe essere più bella di così. Poi una sera nella laguna si posa uno stormo di fenicotteri, che cambia colore dal rosa al bianco e poi ancora al rosa acceso nel muovere le ali, e di colpo chi guarda si rende conto che il nostro concetto di bellezza e di stupore può essere spostato avanti, molto oltre quello che credevamo possibile.
La costa di Domus de Maria, che comprende Chia, è stata dichiarata il mare più bello d’Italia del 2016 dalla Guida Blu di Legambiente e del Touring Club Italiano. Questo, in fondo, è un modo più sintetico di dire quello che abbiamo provato a scrivere nelle righe sopra.

Tre dei nostri hotel sono in Toscana. Hanno nomi che sembrano presi da un libro di favole: Fonteverde, Bagni di Pisa, Grotta Giusti. I nomi vengono dalla storia, perché ognuno di questi alberghi ne ha una antica e affascinante. Sono alberghi termali, ciascuno sorto su una fonte naturale. Sono nei luoghi più belli della Toscana: le colline che guardano verso i tetti rossi di Pisa, la campagna ai piedi delle alture, l’incanto della Val d’Orcia.
Fonteverde è stata costruita appunto in Val d’Orcia, per il Granduca Ferdinando I de’ Medici, alla fine del Rinascimento. Ferdinando era un cardinale, ma alla morte di suo fratello la dinastia che aveva fatto la storia di Firenze non aveva un erede. Così gli fu concesso, o ordinato, di lasciare la Chiesa, sposarsi e diventare Granduca. Fonteverde oggi è un hotel affascinante, conservato in ogni particolare come un gioiello prezioso. L’acqua della fonte termale scorre come fa da millenni, sempre nuova e sempre uguale, riempiendo le terme e le piscine, portando benessere e salute e forse facendoci ritrovare un altro modo di guardare al tempo.
0
Shares
 
Segui su
 
 
La storia di Bagni di Pisa inizia nel XVIII secolo. Il Granduca di Toscana era Francesco Stefano di Lorena. Era Granduca di Toscana ma le famiglie reali erano complicate e intrecciate attraverso i confini d’Europa. Era anche marito di Maria Teresa, Imperatrice d’Austria, e il padre di due regine: Maria Antonietta di Francia e Maria Carolina di Napoli e Sicilia. Francesco Stefano fece costruire una residenza termale nelle colline appena sopra Pisa, su una fonte naturale. Doveva essere all’altezza del ruolo, ma con discrezione. Doveva contenere delle vere terme, costruite con il gusto di quel secolo, e con l’arte toscana. Bagni di Pisa così è un edificio di gusto squisito, immerso nel verde di un giardino. Ogni particolare, dalle architetture alle rifiniture dice subito che siamo in Toscana. Nel tempo Bagni di Pisa è diventato un hotel di charme e benessere. Oggi ha una spa all’avanguardia, e ha mantenuto la sua impronta regale: l’eleganza discreta, la bellezza e il fascino dei secoli, il gusto del relax e del saper vivere.

La storia di Grotta Giusti inizia a metà del 1800, oppure milioni di anni fa, a seconda di come la considerate. Perché Grotta Giusti è una elegante villa ottocentesca ai piedi delle alture toscane, proprio sopra una fonte termale. Ma soprattutto è la grotta termale naturale più grande d’Europa.
Nel corso dei millenni, l’acqua della fonte ha scavato nella roccia una serie di sale, decorate di concrezioni. Oggi è il gioiello della spa e delle terme di Grotta Giusti. Sembra progettata espressamente per il benessere e le cure termali, con zone a temperatura diversa, scaldate dall’acqua e dal vapore, ma è un’opera della natura. La stessa natura che, insieme a giardinieri appassionati ha creato il parco che abbraccia la villa: alberi secolari e sentieri nel verde, i colori dei fiori e il profumo della campagna Toscana. Nel tempo sono venute qui a godere i benefici delle acque termali tantissime persone che fanno parte della storia d’Italia, come Giuseppe Garibaldi e Giuseppe Verdi, e grandi protagonisti del cinema italiano, come Alberto Sordi e Vittorio Gassman.

Italian Hospitality Collection ha riunito questi Hotel, queste storie tanto diverse e tanto simili. Ognuno è un’esperienza unica, insieme antichissima e sempre nuova.
Ognuna come l’ospitalità italiana: difficile da spiegare, meravigliosa da scoprire.
 
 
 
 
QUESTO SITO UTILIZZA "COOKIE" TECNICI E COOKIE DI TERZE PARTI: SE VUOI SAPERNE DI PIÙ O NEGARE IL CONSENSO LEGGI L'INFORMATIVA ALTRIMENTI CHIUDI