24 ore di sport

La costa sud della Sardegna, un paradiso per gli sportivi, a ogni ora e in ogni stagione.
Se chiedete a uno sportivo quale è la sua giornata ideale, probabilmente vi descriverà qualcosa di diverso a seconda della sua disciplina preferita. Eppure è facile che ci siano elementi ricorrenti: un ambiente verde, natura e aria pura, una giornata luminosa, una temperatura gradevole.
E poi un paesaggio intorno da ammirare, che renda indimenticabile ogni momento dell’allenamento o della gara, uno scenario in cui sentirsi immersi. La bellezza, chi si allena lo sa, è un potente aiuto nel raggiungere lo stato mentale che permette di spostare i propri limiti.
Tutto questo, il clima ideale, la natura e la bellezza attorno, sono la descrizione esatta del sud della Sardegna. Posta al centro del Mediterraneo, la costa sud della Sardegna ha un clima che permette lo sport all’aperto in ogni stagione. Le giornate di sole invernali e le ore più fresche dell’estate sono momenti quasi magici. Il profumo del mare e della macchia mediterranea accompagnano gli sportivi nei loro allenamenti, le strade costiere e i sentieri nella natura sono palestre magnifiche per i corridori e per gli appassionati di bici da corsa o mountain bike.
0
Shares
 
Segui su
 
 
Per questo il Chia Laguna, il resort a misura di sportivo sulla costa sud della Sardegna, è una calamita potente per tutti gli appassionati. A chilometri di spiagge, un mare trasparente e pieno di vita, strade costiere spettacolari e percorsi affascinanti in mezzo alla natura, aggiunge campi e attrezzature sportive all’avanguardia, per moltissime discipline.
 
Se proviamo a immaginare la giornata di uno sportivo nel sud Sardegna, magari al Chia Laguna, possiamo iniziare da molto presto: al sorgere del sole, nei primi giorni di giugno. È il momento di una colazione leggera ma ricca di energia per poi indossare le scarpette tecniche, i calzoncini e l’indispensabile maglia ad alta visibilità. Qui correre mentre il sole sorge è una esperienza che coinvolge ogni senso. Il silenzio attorno permette di ascoltare il proprio corpo, di concentrarsi su ogni passo e sulla respirazione. L’aria è fresca e il profumo della macchia si scinde percettibilmente in quello di ogni pianta aromatica. Alcune spiagge hanno la consistenza adatta a una corsa sulla sabbia, qualcosa da affrontare con attenzione ma che regala una soddisfazione difficile da descrivere.
Nelle stesse ore gli appassionati di bici da corsa gustano una colazione ben più abbondante e iniziano una preparazione che include quella del mezzo, delle borracce e delle leggerissime attrezzature tecniche da portare sempre con sé. Un giro sulle strade costiere impegnerà l’intera mattinata, con un profilo altimetrico movimentato che alterna tratti in piano a salite impegnative, anche se brevi, e discese con curve che richiederanno grande tecnica di guida. Lo scenario ripaga di ogni fatica: in cima ai promontori ogni strada è un belvedere aperto sul mare, in fondo alle discese si aprono le spiagge.
Chi sceglie la mountain bike parte ugualmente alle prime luci: ha preparato dalla sera il percorso sul GPS, lo zaino idrico e le indispensabili barrette energetiche. Le alture subito alle spalle del mare offrono percorsi aspri ma di grande soddisfazione, che metteranno alla prova anche i più abili. Le mete di chi cavalca la MTB possono essere riserve naturali, foreste di querce, miniere dismesse, siti archeologici nascosti in mezzo alla natura.
Gli appassionati di triathlon intanto possono affrontare l’allenamento in mare: una muta da nuoto leggera mantiene la temperatura corporea mentre la superficie dell’acqua è perfettamente piatta e calma. Golfisti e tennisti aspetteranno ancora qualche ora prima di scendere sul green o sul sintetico. Scegliendo bene il momento per iniziare la partita potranno godere dei momenti più luminosi, terminando appena prima che il sole comincia a farsi sentire in tutta la sua intensità.
Gli appassionati sub intanto stanno raggiungendo le zone di immersione. La preparazione meticolosa e i controlli di sicurezza richiedono il loro tempo, ma la giornata è lunga, e con qualche sosta per riposare si concluderà con un rientro nel tardo pomeriggio.
Con palloncino di segnalazione, maschera, pinne e magari fotocamera, chi pratica lo snorkeling ha solo l’imbarazzo della scelta per le ore da dedicare alle immersioni e per le zone da visitare. Il sud della Sardegna offre spettacoli subacquei meravigliosi per tutti i livelli di abilità.
Quando si avvicina il mezzogiorno è il momento degli altri sport acquatici. Escono in mare i SUP, le tavole sulle quali si pagaia in piedi, tanto divertenti quanto efficaci per allenare e modellare il fisico.
I windsurf, i catamarani e le derive aspettano il momento in cui il vento si alza, fra il mezzogiorno e il primo pomeriggio. Per loro questa costa è un paradiso, con l’acqua limpida e tiepida e il vento che non manca mai.
Nei giorni di maestrale, riservati ai più abili, si esibiscono i kitesurf, mentre nelle zone più esposte le onde si alzano fino a diventare la grande palestra dei surf classici.
A metà della giornata la spiaggia si riempie. Può essere il momento per approfittare della calma nel resort e sfruttare la grande piscina semi olimpica all’aperto per rifinire la preparazione nel nuoto.
Poi, man mano che avanza il pomeriggio, in spiaggia si animano i campi da beach volley, mentre su quelli da calcio iniziano gli allenamenti serali con le sessioni di tecnica.
Il fresco di pomeriggio è di nuovo il momento per il tennis, o per iniziare le partite di calcio o di calcetto che alla luce dei riflettori continueranno fino a notte.
La sera è il momento dello stretching, o della corsa per chi preferisce queste ore. Per tutti gli altri sportivi è ora di curare l’alimentazione, rilassarsi, pianificare la prossima giornata di sport.
Ci sono altre strade, altri sentieri da percorrere, secche da esplorare, nuovi traguardi da raggiungere.
Il meteo prevede sole e temperature miti, i compagni di avventura hanno già mille idee e mille proposte. Una vacanza sola non basterà. Ci vorrà un’altra vacanza, un’altra stagione. Il sud Sardegna ha ancora tantissimo da offrire.
 
 
 
 
QUESTO SITO UTILIZZA "COOKIE" TECNICI E COOKIE DI TERZE PARTI: SE VUOI SAPERNE DI PIÙ O NEGARE IL CONSENSO LEGGI L'INFORMATIVA ALTRIMENTI CHIUDI